top of page
  • Immagine del redattoreadmin

🦟 | la Zanzara Tigre

Aedes albopictus, è arrivata in Italia all'inizio degli anni 90 sotto forma di uova quiescenti attraversi i traffici commerciali e si è subito diffusa in tutto lo "stivale". Le sue uova sono in grado di superare inverni rigidi e periodi di lunga siccità. Amano deporre le uova in piccoli ristagni di acqua: tombini, caditoie, grondaie ostruite, vaschette ecc. lasciando fossi e grossi ristagni alla Culex. Tombini e bocche di lupo in città sono ricchi di acqua e materiali organici vari, luogo ideale dove far sviluppare le larve. Le femmine, dopo 3/4 giorni dal pasto di sangue, depongono le uova, fino a 80 se ben disposte. In una stagione potrebbero arrivare con cicli consecutivi anche fino a 450. Oltre a prurito e gonfiore la sua puntura può essere da veicolante per virus come Zika, Chikungunya e Dengue. Infatti dopo qualche giorno dall'aver punto una persona affetta da tali virus, le basta pungere una persona sana per trasmetterli.



27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page